NOTE AGRONOMICHE
NUTRIL TIO-N è un composto inorganico che nel suolo rallenta l'attività dei batteri che presiedono ai processi di nitrificazione degli ioni ammonio e interviene nelle reazioni enzimatiche dell'ureasi che regolano l'idrolisi dell'urea in ammoniaca e anidride carbonica. Il risultato che ne consegue è una inibizione della nitrificazione e dell'ureasi ed un contenimento delle perdite per liscivazione e volatilizzazione dell'azoto. Sfruttando le sue capacità di ridurre le perdite per liscivazione e volatilizzazione dell'azoto minerale, NUTRIL TIO-N trova oggi ampio impiego in associazione alle distribuzioni di liquami zootecnici per migliorarne l'efficienza agronomica valorizzando la rapida fermentescibilità dell'azoto organico specie nelle colture più sensibili (erba medica, riso e cereali a paglia).
NUTRIL TIO-N inoltre, solubilizza alcuni importanti microelementi quali Mn e Fe ed è dimostrata la sua forte capacità di solubilizzare i fosfati di calcio nel terreno. È un concime innovativo ad elevato contenuto di zolfo nella forma di ione tiosolfato.
• Previene la clorosi ferrica in quanto al suolo svolge una forte azione riducente favorendo la trasformazione del ferro e di altri microelementi in composti solubili ed assimilabili dalle piante
• Ha un potere sinergico nei confronti dei chelati di ferro in quanto ne rallenta la naturale degradazione riducendone le dosi di impiego
• Riduce il pH del suolo e della soluzione circolante grazie all'azione dello zolfo
• Riduce la salinità nei terreni calcarei ed alcalini favorendo il dilavamento del sodio
• Ottimizza l'assorbimento dell'azoto agendo sui processi di nitrificazione ed ureasi quindi allungando i tempi di trasformazione dell'azoto ureico ed ammoniacale a nitrico. Si riduce l'accumulo dei nitrati sia nella pianta che nel terreno
• Grazie alla sua azione acidificante favorisce la solubilizzazione del fosforo.

Modalità e dosi d'impiego IN FERTIRRIGAZIONE
Si applica con successo in abbinamento alle concimazioni azotate (azoto ammoniacale e ureico). In miscela con chelati di ferro ad impiego radicale, ne potenzia l'effetto consentendo di ridurne le dosi di circa il 20-30%.
Applicazione fogliare
Per far fronte alla fisiopatia di carenza di zolfo si consiglia:
pomacee e drupacee fin dalle prime fasi intervenire con 1000 ml./ha. - actinidia, vite, uva da tavola fin dalle prime fasi intervenire con 1500-2000 ml./ha. - agrumi, olivo, ortaggi da frutto (pom. patata) fin dalle prime fasi intervenire con 1000-1500 ml./ha. - ortaggi da foglia fin dalle prime fasi intervenire con 2000 ml/ha - colture erbacee fin dalle prime fasi intervenire con 1500-2000 ml./ha. - vivai frutticoli e ornamentali fin dalle prime fasi intervenire con 800-1000 ml./ha. - floricole ed ornamentali fin dalle prime fasi intervenire con 80-100 ml./ha.
Per far fronte alla scarsa produzione di aromi essenziali si consiglia: aglio e cipolla alla fase di formazione del bulbo 1000-1500 ml./ha. (ripetere 2-3 volte) cavolo, cavolfiore, ecc. alla fase di inizio formazione del corpo fruttifero 1000-1500 ml./ha.

NUTRIL® è un marchio registrato di Tarantino Concimi Srl
NUTRIL® è un marchio registrato di Tarantino Concimi Srl



Scarica il Catalgo Prodotti della Tarantino Concimi completo (.pdf)